annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Bitcoin e Cryptovalute in genere

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Bitcoin e Cryptovalute in genere

    Salve atutti, volevo inziare a lavorare sulle cryptovalute e lo avevo fatto con il mio broker ICMarkets che però da 2 settimane ha chiuso le contrattazioni sulle Crypto. A questo punto vorrei farlo con altro broker ma non sono molti ad offrirle.
    Tra i vari c'è AVATRADE. Che ne dite ? Non avevo sentito buone cose da questo broker, Mi posso fidare a metterci dei soldi ?

  • #2
    Perché non scegli quelli dedicati es. tipo bittrex o bitfinex, che offrono svariate altcoin?

    Commenta


    • #3
      I siti che dici tu servono soprattutto per acquistare crypto con il wallet elettronico io volevo tradarci sopra. Eppoi per iscriversi a BitFinex, ad esempio, ci vogliono 20 giorni......

      Commenta


      • #4
        Assolutamente no, per operare bittrex non chiede nemmeno i documenti tranne che per il ritiro, mentre il ritiro su bitfinex, se non ricordo male non chiede i documenti. Sono entrambie correlati da grafici e buy/ sell (stop e limit). Bitfinex ha funzionalità di prestito della liquidità.

        Commenta


        • #5
          Informati meglio . Sono andato sul sito bitfinex e per farti alimentare il conto ti chiedono una marea di documenti avvisandoti anche che ci vogliono più di 20 giorni. Inoltre in questo momento le iscrizioni sono chiuse

          Commenta


          • #6
            Forse ora hanno cambiato, prova su bittrex

            Commenta


            • #7
              Uguale. Iscrizioni chiuse

              Commenta


              • #8
                non iniziate anche qui a parlarne per favore...

                Commenta


                • #9
                  Perchè non dovremmo....sono una opportunità come le altre. Basta fare attenzione e non pretendere di diventare milionari in 5 minuti. Io per esempio ho guadagnato diverse centinaia di Euro in 2 giorni con un capitale iniziale molto basso e quindi anche con un rischio altrettanto basso. Se il mio broker mi avesse permesso di continuare ora avrei un gain di diverse migliaia di euro

                  Commenta


                  • #10
                    IG Markets permette di fare trading su Bitc e Eth, lotto minimo 0.01 per il primo servono almeno 4000 euro sul conto, per il secondo almeno 500 euro sul conto.
                    https://www.ig.com/it/bitcoin

                    Commenta


                    • #11
                      Ops!!! Intanto stamattina, i bitcoin hanno perso il 40% del loro valore...
                      Mentre, le altre criptovalute sono in discesa.

                      Commenta


                      • #12
                        Non demonizziamo nulla, la blockchain avrà sviluppi incredibili, certo si che le buggerature sono in agguato, ma anche in altri posti.

                        Commenta


                        • #13
                          Belli erano i tempi in cui nei forum si discuteva di tecniche e si condivideva materiale di studio per imparare e migliorarsi...adesso con sti fedelissimi dei bitcoin il trading è sempre più territorio di conquista per networkers ed opportunità seekers.

                          Commenta


                          • #14
                            Bitcoin, crolla la moneta virtuale: bruciati 121 miliardi di dollari. Ecco i motivi dietro il ‘cripto-panico’

                            Ieri il valore delle monete virtuali si è sgonfiato del 40 per cento da inizio settimana. Arrivano i primi problemi, tra sospetti di insider trading, attacchi hacker e scissioni nel sistema




                            Panico: ieri mattina, nel giro di qualche ora, Bitcoin e le altre criptovalute hanno perso centinaia e migliaia di dollari del loro valore. Il bitcoin ha registrato un calo del 40 per cento da inizio settimana (quando aveva toccato il picco dei 20mila dollari) e bruciato circa 121 miliardi in 24 ore. Per la prima volta, le regole del gioco – stavolta al ribasso – hanno coinvolto anche i neofiti della criptomoneta. Tanto che il Cme, l’exchange di Chicago che domenica scorsa ha lanciato il suo primo future basato sul valore di quattro piattaforme di trading online, ha sospeso il contratto di gennaio per l’eccessivo ribasso. Uno shock superficiale a cui corrisponde un’agitazione sommersa che va avanti da giorni.

                            Martedì, Coinbase – che è la maggiore piattaforma di scambi di criptovalute online – ha lanciato le negoziazioni di Bitcoin Cash, una nuova moneta nata da quello che viene definito fork di bitcoin, ovvero una sorta di scissione del sistema. Semplificando molto, gli inventori di Bitcoin Cash garantiscono transazioni più veloci e commissioni più economiche (visto che quelle di bitcoin sono rispettivamente rallentate e aumentate di prezzo per il gran numero di movimentazioni) grazie all’allargamento di quella che si può definire una componente tecnica del sistema bitcoin. Se però Bitcoin Cash è passato da 2,6 a 3,6 mila dollari già all’avvio delle contrattazioni, Bitcoin è sceso da 15,5 mila a 13,5 mila. Una variazione talmente repentina da sollevare l’ipotesi di ‘insider trading’, anche se le piattaforme delle criptovalute non sono vincolate alle norme della finanza tradizionale. E infatti sulla possibilità che fosse stata fatta trapelare la notizia del lancio di Bitcoin Cash è stata solo avviata un’indagine interna a Coinbase: il controllato che è anche controllore. Ieri, poi, sempre Coinbase ha avvisato i propri clienti che non potranno ricevere, prima di dieci giorni, gli introiti delle vendite delle criptovalute sul proprio conto in banca per importi inferiori a mille euro. Poi ha addirittura sospeso temporaneamente tutte le operazioni di vendita e acquisto.

                            Inoltre, il mondo dei bitcoiner (costituito da chi forma, con i propri dispositivi informatici, i “nodi” della rete su cui si trasmettono i bitcoin e da chi li produce) si è diviso proprio sull'arrivo di Bitcoin Cash: nato dall’idea di uno dei fondatori dei bitcoin, prevede una tecnologia che, secondo i detrattori, rischia di favorire la concentrazione della rete nelle mani di pochi (aumentano i costi dell’infrastruttura e quindi diminuisce il numero di persone che può permettersi di farne parte) tradendo così lo spirito con cui è nato bitcoin e facendo sospettare la volontà di una concentrazione oligarchica del mercato e di una centralità decisionale.

                            In questo contesto, si inseriscono l’attacco hacker alla piattaforma Youbit, in Corea del Sud e le preoccupazioni che arrivano da ogni parte (governatori di banche, organi di vigilanza, analisti) sulla necessità di trovare regole e garantire trasparenza contro il riciclaggio. Intanto, secondo alcune voci, Goldman Sachs starebbe pensando di lanciare un suo desk per le criptovalute. I giochi sono ancora aperti.

                            di Virginia Della Sala | 23 dicembre 2017
                            La vita non è un giro di prova, cogli l’attimo.
                            Realizzazione per Metatrader4 di trading system, indicatori, pattern grafici, Ottimizzazioni IS-OOS su Forex e CFD, Analisi di Portafoglio

                            Commenta


                            • #15
                              https://financefeeds.com/fbi-implica...roy-brokerage/

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X